Qualche informazione in più:

Sviluppo progetti educativi e didattici, di facilitazione,  comunicazione e ricerca sui temi legati all’ambiente, al paesaggio, alla sostenibilità, alla cittadinanza, alla memoria storica, alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, materiale e immateriale.

Progetti che promuovono processi di conoscenza, di integrazione, di sviluppo delle capacità singolari e collettive, di ideazione di futuri possibili.

Progetti che sviluppano strategie di apprendimento, di partecipazione e innovazione sociale, a partire dal dialogo che persone, famiglie, insegnanti, istituzioni, musei, associazioni, scuole, università, imprese sociali possono instaurare con i territori in cui operano e con i loro abitanti.

Dal 2017 sono Guida Ambientale Escursionistica

Dal 2018 collaboro con l’unità di ricerca in Design strategico con le comunità locali dell’Università della Repubblica di San Marino,
di cui sono stato assegnista nell’AA 2018/2019.

Sono co-fondatore di Chiocciola la casa del nomade, un’organizzazione che realizza progetti di educazione al paesaggio, frutto dell’intreccio tra ricerca pedagogica, artistica e storico-ambientale.

www.chiocciolalacasadelnomade.it

Chiocciola la casa del nomade gestisce e cura progetti formativi e culturali per il Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, dalla gestione del Musss, Museo Naturalistico e Centro di educazione ambientale e alla sostenibilità fino all’ideazione e organizzazione di Microcosmi, rassegna di eventi, escursioni e creazione di reti di comunità.

Nel 2017 e 2018 sono stato consulente del GAL (Gruppo di Azione Locale) delle Valli Marecchia e Conca, per il quale ho curato la comunicazione,  l’animazione territoriale e la cooperazione internazionale.

www.vallimarecchiaeconca.it 

Sono curatore di “Jack Costa-Da Costa Alta al resto del mondo”, un progetto che coinvolge artisti, esperti locali, docenti universitari, abitanti e associazioni con lo scopo di sperimentare un processo di innovazione culturale e sociale a partire da una storia. Quella di Giovanni Dalla Costa, pioniere della corsa all’oro in Alaska che diventa filo conduttore dell’esperienza: i concetti che evoca e il loro rapporto con la contemporaneità sono fonte di dialogo e progettazione partecipata.

www.jackcosta.net

Sono curatore, con Alessandra Chemollo e Antonio Di Cecco, di Confotografia, progetto di lettura della città dell’Aquila, che ha coinvolto 50 fotografi italiani e 50 cittadini aquilani nella lettura condivisa della città trasformata dal terremoto del 2009.

Alcuni progetti a cui ho lavorato sono stati esposti presso La Biennale di Venezia, La Triennale di Milano, Il Bozar di Bruxelles, La Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo di Salonicco, il SiFest.

Sono laureato alla Facoltà di Design e Arti (IUAV – Venezia). La mia formazione ha poi proseguito tra pedagogia, design strategico, museologia,
scienze naturali.

Principali mostre, presentazioni, lectures:

Museomix / 2019

Università di Bologna e della Repubblica di San Marino, corsi e laboratori di Design del prof. Riccardo Varini / 2019

Politecnico di Milano / 2018
con il progetto Paesaggi Migranti


Festival Vacanze dell’anima – La memoria guida i ribelli / 2015
con il progetto Hi Jack


SiFest, Savignano Immagini, 23ma edizione, Savignano sul Rubicone / 2014
con il progetto Confotografia


L’Architettura del Mondo, infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi;
a cura di A. Ferlenga, Triennale, Milano / 2012-2013


Disorder;
a cura di M.Trulli, C.Zecchi, Weya, Nottingham, UK / 2012
con il progetto Angolazioni Urbane


Glocal 3;
a cura di E. Gusella, Centro Culturale Candiani, Mestre / 2012


Symbiosis;
Biennale Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo,
Thessaloniki / 2011, con il progetto Angolazioni Urbane


RE900 – L’Architettura del ‘900 a Reggio Emilia,
a cura di A.Zamboni e C. Gandolfi,
Chiostri di San Domenico, Reggio Emilia / 2011

12ma.Mostra Internazionale di Architettura, Biennale di Venezia;
FestArch, Perugia;
Triennale Bovisa, Milano,
con il progetto Sismycity, curato da fuorivista, 2010/2011


Distopia;
a cura di L. Baltz, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia / 2008

11ma.Mostra Internazionale di Architettura, Biennale di Venezia
Bozar, Bruxelles
con il progetto “Decolonizing Architecture”,
curato da A. Petti, S. Hilal, E. Weizman, 2009

How to look at Venice;
curato da A.Linke, E. Esser, R. Caldura,
Galleria Contemporaneo, Mestre, 2007
ZKM, Karlshrue, 2007

Grants:

DE.MO, Movin’Up
promosso dal GAI (Circuito Giovani Artisti Italiani) / 2011


Step Beyond,
promosso da ECF (European Cultural Foundation)
e OSI (Open Society Insitute) / 2011

Principali contributi a pubblicazioni:

– Nextfloor, progetto di riqualificazione urbana, a cura di Sintetico, Milano
– L’architettura del mondo, Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi; Ed. Compositori, 2012
– RE900 – L’architettura del ‘900 a Reggio Emilia; Mondadori ed., 2011
– Pratica al Plurale – Milanoofficine; Officina Libraria ed., 2011
– SisMyCity, L’Aquila 2010; Marsilio ed., 2010
– EchoArt book 2, EcoArtproject, 2010
– Chronik; ZKM ed. 2009

Mi occupo di didattica e formazione esperenziale, legata al rapporto con i luoghi, con i patrimoni culturali e naturali.

Lavoro con bambini, ragazzi, famiglie, insegnanti, musei, aree protette, comunità, associazioni, scuole, università e istituzioni, mescolando pedagogia, arte, scienza, fantasia, gioco, esplorazione, racconto, design, comunicazione.

In questo sito raccolgo i progetti o le singole azioni che più rappresentano il mio lavoro, spesso sviluppato con l'associazione Chiocciola la casa del nomade, di cui sono co-fondatore.

Scopri di più

 

 

GUARDA QUESTI LINK!   ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓ ↓

 

 

RIMANIAMO IN CONTATTO

mail@robertosartor.it

+39 320 4510733

P.IVA 04497630261